Attraverso un fondo da 50 milioni di euro, il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili ha voluto rafforzare ulteriormente il ruolo del Mobility Manager, figura diventata obbligatoria a partire da quest’anno per le aziende sopra i 100 dipendenti e per i Comuni con oltre i 50.000 abitanti.

IL DECRETO “SOSTEGNI-BIS”

Con il Decreto Legge 25 maggio 2021, n.73 “Sostegni-bis” sono stati messi a disposizione finanziamenti per tutto l’anno 2021 rivolti a iniziative di mobilità sostenibile, favorendo un più efficace utilizzo dei trasporti pubblici e dei veicoli a basso impatto ambientale, come il car-pooling, il car-sharing, il bike-pooling e il bike-sharing.

CHI SONO I DESTINATARI?

Questi contributi sono destinati alle imprese e alla Pubblica Amministrazione, le quali devono nominare un Mobility Manager e procedere, entro il 31 agosto 2021, con la stesura di un piano degli spostamenti casa-lavoro (PSCL) del personale dipendente, divenuto indispensabile con l’aumento dello smart working a causa della pandemia COVID-19.

Parte del fondo è destinato anche agli istituti scolastici che, attraverso il proprio Mobility Manager, devono disporre di un piano degli spostamenti per il personale scolastico e gli studenti. A tal riguardo, entro fine agosto verranno rilasciate anche delle “Linee guida per la redazione e l’implementazione dei piani degli spostamenti casa-lavoro (PSCL)”.

QUAL È L’OBIETTIVO FINALE?

Ridurre l’uso dell’auto privata e di creare una cultura della mobilità sostenibile tra i lavoratori a favore dell’ambiente. Inoltre, in quest’ultimo periodo di emergenza pandemica, il focus si è spostato verso la salute dei dipendenti, il distanziamento sociale e la gestione dello smart working.

LA FORMAZIONE PER MOBILITY MANAGER

Il ruolo del Mobility Manager richiede un lungo lavoro di raccolta dati e condivisione e, per questo, è necessario nominare una figura competente e preparata che disponga di tutti gli strumenti per pianificare, gestire e promuovere soluzioni ottimali di mobilità sostenibile.

Proponiamo un corso di formazione interamente dedicato alla figura del Mobility Manager, che offre le competenze necessarie riguardo l’applicazione delle più recenti pratiche di mobilità all’interno delle varie organizzazioni (pubbliche e private), così da sviluppare un PSCL completo, valutandone i costi e promuovendo azioni ed attività di miglioramento della mobilità in accordo con la CSR aziendale.

Il corso offre anche applicazioni concrete di PSCL di vario tipo, che permettono di comprendere meglio il difficile ruolo svolto dal Mobility Manager.