Bando ISI INAIL 2022: contributi a fondo perduto per imprese ed enti

Tutte le novità del bando ISI INAIL 2022 per incentivare la sicurezza sul lavoro e anche interventi rivolti all’eco sostenibilità.

Arriva il bando ISI INAIL 2022 per incentivare le imprese a garantire la sicurezza sul lavoro, nonché per incoraggiare le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, all’acquisto di nuovi macchinari eco-sostenibili.

Il bando si rivolge alle imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura e gli Enti del terzo settore.

Scopriamo insieme cosa prevede il bando, a chi si rivolge e come presentare domanda per l’anno 2022.

BANDO ISI INAIL 2022, COS’È

Il bando ISI INAIL 2022 è un avviso pubblico indetto dal’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro per incentivare le imprese, attraverso contributi a fondo perduto, a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Il bando mira anche a incoraggiare le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, all’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti. L’obiettivo è migliorare il rendimento e la sostenibilità globali. Inoltre, in concomitanza, l’INAIL vuole conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali. Le domande potranno essere presentate dal 26 febbraio 2022.

RISORSE DISPONIBILI

Per sostenere i progetti che si candideranno al bando ISI INAIL 2022, l’Istituto ha stanziato 274 milioni di euro a fondo perduto. Le risorse finanziarie destinate dall’INAIL alle tipologie di progetti ammessi poi, saranno ripartite per Regioni e Province Autonome, oltre che per assi di finanziamento.

PROGETTI AMMISSIBILI: I 5 “ASSI” DEL BANDO ISI INAIL 2022

Il bando ISI INAIL 2022 accetta progetti dalle imprese, purché rientrino in uno dei 5 assi tematici previsti dal bando. I 274 milioni di euro, nello specifico, saranno suddivisi in 5 assi di finanziamento, ovvero:

  • progetti d’investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1: si tratta di un asse di tipo “generalista”, a cui andranno 112,2 milioni di euro;

  • i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) – Asse di finanziamento 2: finanziato con 40 milioni di euro;

  • progetti di bonifica da materiali contenenti amianto – Asse di finanziamento 3: stanziati 74 milioni di euro per progetti di bonifica;

  • i progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività – Asse di finanziamento 4: in particolare si rivolge alle MPMI operanti nel settore della raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti e del recupero e preparazione per il riciclaggio dei materiali e in quello del risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti. In questo caso lo stanziamento è di 10 milioni di euro;

  • progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli – Asse di finanziamento 5: investimento pari a 37,5 milioni di euro.

Per tutti i dettagli tecnici sui progetti ammessi è consigliabile leggere la Delibera Inail C.d.A. n. 364 del 30 novembre 2021 e il relativo allegato.

LE NOVITÀ 2022 SUI PROGETTI FINANZIABILI

Tra le novità rispetto al bando precedente ci sono tre nuove tipologie di progetti d’investimento finanziabili che riguardano:

  • la riduzione del rischio incendio, mediante l’adozione di sistemi di prevenzione o protezione;

  • riduzione del rischio infortunistico, attraverso l’acquisto e l’installazione di dispositivi di protezione per il rilevamento automatico delle persone e di barriere per protezione da macchine fisse e semoventi;

  • la riduzione del rischio radon, grazie alla realizzazione di opere edili e di sistemi di ventilazione per piani terra, seminterrati e interrati nei quali sia presente questo gas.

    A CHI SI RIVOLGE IL BANDO ISI INAIL 2022

    Il bando ISI INAIL 2022 si rivolge alle imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura. Invece, per i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) (Asse 2), i finanziamenti si rivolgono anche agli Enti del terzo settore. Ogni Regione o Provincia autonoma poi, definisce gli specifici requisiti dei beneficiari ma in linea generale, per partecipare al bando ISI INAIL 2022, l’impresa deve essere:

    • attiva nel territorio della Regione o Provincia autonoma, l’unità produttiva per la quale si intende realizzare il progetto;

    • regolarmente iscritta negli appositi registri o albi nazionali, regionali e provinciali;

    • iscritta alla gestione assicurativa e previdenziale;

    • nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione o in procedure concorsuali;

    • in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi.

    Inoltre, l’imprese non deve aver chiesto e non aver ricevuto altri finanziamenti pubblici sul progetto della domanda. È requisito poi, per il titolare e per il legale rappresentante, il non aver riportato condanne penali.

    COME FUNZIONANO I FINANZIAMENTI

    Con il bando ISI INAIL 2022 le imprese e gli Enti del Terzo Settore possono richiedere finanziamenti a fondo perduto relativamente ai diversi assi previsti per progetti dai 1.000 ai 130.000 euro. Il finanziamento, in conto capitale, sarà calcolato sull’ammontare delle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA. A seconda dell’Asse tematica del progetto, i finanziamenti saranno così suddivisi:

    • per i progetti d’investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse 1), nonché per i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (Asse 2), la percentuale massima di spese coperte dal finanziamento è pari al 65 %. Il progetto deve avere un valore compreso tra un minimo di 5.000 a un massimo di 130.000 euro. I beneficiari sono tutte le imprese, escluse micro e piccole imprese dalla produzione primaria dei prodotti agricoli e destinatari esclusivi dei progetti per specifici settori di attività. L’asse 2 riguarda anche gli Enti del Terzo Settore;

    • relativamente ai progetti di bonifica da materiali contenenti amianto, la percentuale massima di spese coperte dal finanziamento è pari al 65 %. Il valore del progetto va da un minimo di 5.000 a un massimo di 130.000 euro e riguarda tutte le imprese;

    • per i progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività, la percentuale massima di spese coperte dal finanziamento è pari al 65 %. Il valore del progetto è compreso tra un minimo di 2.000 a un massimo di 50.000 euro. Questa linea di finanziamento si rivolge solo alle micro e piccole imprese. Riguarda quelle impegnate in attività di raccolta e smaltimento rifiuti o risanamento e altri servizi di gestione rifiuti;

    • relativamente ai progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, la percentuale massima di spese coperte dal finanziamento è pari a 40 % per le imprese agricole e 50 % per i giovani agricoltori. Il valore del progetto è compreso tra un minimo di 1.000 a un massimo di 50.000 euro. Questo asse del bando ISI INAIL 2022 si rivolge a micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli.

    Le risorse finanziarie destinate dall’INAIL ai progetti ammessi saranno ripartite per Regioni e Province Autonome, oltre che per assi di finanziamento. In questa pagina, potete consultare i bandi delle singole Regioni o Provincie. Al bando un’impresa può partecipare con una sola domanda di finanziamento.

    BANDO ISI INAIL 2022, COME PRESENTARE DOMANDA

    La domanda al bando ISI INAIL 2022 deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica, con successiva conferma attraverso l’apposita funzione, presente nella procedura per la compilazione della domanda online, di upload – caricamento della documentazione come specificato negli Avvisi regionali o provinciali. Sul sito INAIL si potrà accedere alla domanda nell’area “Accedi ai Servizi Online”. Le imprese avranno a disposizione una procedura informatica che consente, attraverso un percorso guidato, la compilazione e l’inoltro della domanda di finanziamento con le modalità indicate negli Avvisi regionali o provinciali. Le date di apertura e chiusura della procedura informatica, in tutte le sue fasi, saranno pubblicate sul portale dell’INAIL, nella sezione dedicata all’Avviso ISI 2021 dal 26 febbraio 2022.

    STEPS E SCADENZE DEL BANDO ISI INAIL 2022

    Il bando ISI INAIL 2022 procederà per steps. Nello specifico:

    • dal 26 febbraio 2022 al 7 marzo 2022 è prevista l’apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda al bando ISI INAIL 2022 e la relativa chiusura. In questo arco temporale, poi, vi sarà il download dei codici identificativi e la diffusione di informazione sulle regole tecniche per l’inoltro della domanda online:

    • entro 14 giorni dall’apertura dello sportello informatico, è prevista la pubblicazione degli elenchi cronologici provvisori;

    • dopo il periodo di apertura della procedura comunicato con la pubblicazione degli elenchi cronologici provvisori, vi sarà l’upload della documentazione (efficace nei confronti degli ammessi agli elenchi pena la decadenza della domanda);

    • alla data comunicata contestualmente alla pubblicazione degli elenchi cronologici provvisori, infine, vi sarà la pubblicazione degli elenchi cronologici definitivi .

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Leggi altri articoli

Post Correlati

Un defibrillatore a portata di cuore

L’importanza di avere un defibrillatore in azienda pronto all’uso Ogni anno in Italia circa 60.000 persone sono colpite da arresto cardiaco: l’arresto cardiaco improvviso può colpire

Fine stato emergenza Covid 19

Ultime novità Covid 19: fine dello stato di emergenza A seguito della pubblicazione del DECRETO LEGGE N°24 del 24/03/2022, dal 1 APRILE 2022 vengono modificate le misure

Open chat
Posso aiutarti?
Salve,
Posso esserti utile?