Domande entro il 2 luglio. Contributo a fondo perduto fino a 5.000 euro.

L’intervento è finalizzato a sostenere le strutture turistico ricettive, di tipo alberghiero o extra-alberghiero professionale, costituite nella forma di micro, piccole e medie imprese, nonché professionisti, che per effetto dell’epidemia e delle conseguenti misure di contenimento adottate hanno registrato una paralisi pressoché totale della propria attività, attraverso l’erogazione di un contributo a fondo perduto ad integrazione del calo di fatturato registrato.

Beneficiari

Imprese/Professionisti con sede operativa nella regione Toscana in possesso dei seguenti requisiti:

Ai fini della determinazione del fatturato e dei corrispettivi di cui sopra si deve considerare il totale del fatturato e dei corrispettivi relativi alle unità operative localizzate in Toscana con codice attività prevalente appartenente ad uno dei settori economici sopra indicati (escluse le cessioni di beni strumentali).

Nota: Per “avvio dell’attività” si intende la data di emissione della prima fattura o del primo corrispettivo

Nel caso l’impresa richiedente sia stata interessata da una operazione straordinaria nel periodo considerato, sia per la determinazione del calo di fatturato/corrispettivi che per la verifica della data di avvio dell’attività si prenderanno in esame i dati dell’azienda o del ramo d’azienda oggetto della suddetta operazione.

Agevolazione

L’aiuto è concesso nella forma di contributo a fondo perduto, ad integrazione del calo di fatturato, determinato come segue:

a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dal 1marzo 2020 al 28 febbraio 2021 (in seguito “2° periodo”) sia inferiore di almeno il 30,00% rispetto all’ammontare del fatturato e dei corrispettivi realizzati nel periodo dal 1 marzo 2019 al 29 febbraio 2020 (in seguito “1° periodo”).

Presentazione domande

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica dal entro il 2 luglio 2021.