La Regione Toscana sostiene lo start up di micro e piccole iniziative imprenditoriali giovanili, femminili, di destinatari di ammortizzatori sociali o liberi professionisti, operanti nei settori manifatturiero, artigiano, turismo, commercio, cultura e terziario. La promozione della imprenditorialità giovanile rientra nell’ambito del progetto Giovanisì.

L’agevolazione viene concessa nella forma del microcredito a tasso zero, nella misura del 70% del costo totale ammissibile, fino ad un massimo di 24.500 euro.  Il valore totale del progetto di investimento ammesso non deve essere inferiore a 8.000 euro e superiore a 35.000 euro. La durata del finanziamento è di 7 anni.

Possono presentare domanda:

  • le Micro e Piccole Imprese (nonché i liberi professionisti) costituite, da non più di due anni, da giovani fino a 40 anni, donne o da destinatari di ammortizzatori sociali,
  • persone fisiche che, entro sei mesi dall’ammissione della domanda, costituiranno un’attività imprenditoriale (MPI) o un’attività di libero professionista.

Le imprese devono avere sede legale o unità locale nel territorio toscano ed essere regolarmente iscritte alla CCIAA territorialmente competente, mentre i liberi professionisti devono essere iscritti al relativo albo/elenco/ordine professionale e in possesso di partita IVA.

Sarà a disposizione dei soggetti beneficiari un servizio di tutoraggio da parte del soggetto gestore (Toscana Muove), che fornirà:

  • supporto alla definizione della strategia di sviluppo del progetto finanziato e all’analisi di soluzioni per il miglioramento dello svolgimento dell’attività;
  • supporto all’individuazione e diagnosi di eventuali criticità dell’implementazione del progetto finanziato.
  • La domanda può essere inviata solo per via telematica utilizzando la piattaforma web di Toscana Muove (soggetto gestore della misura). Prima di presentare la domanda, è necessario registrarsi al sito, nella sezione Registrazione per ottenere le credenziali di accesso alla piattaforma web.

    Insieme alla domanda di agevolazione, è richiesto di presentare una proposta progettuale che comprenda:

    relazione descrittiva del progetto;
    prospetto dei costi per voci di spesa;
    piano finanziario (fonti/impieghi).
    Deve essere inoltre allegata tutta la documentazione prevista dall’art. 4.3 del bando.

    L’attività istruttoria da parte di Toscana Muove si conclude entro 30 giorni dalla presentazione della domanda.

    L’erogazione del microcredito, in caso di esito positivo dell’istruttoria, avviene:

    in conto anticipo, dopo la comunicazione di concessione, per un importo pari al 40% del finanziamento concesso, da erogare entro 45 giorni dalla richiesta del beneficiario;
    a stato di avanzamento, per un importo pari al 40%, dietro presentazione che attesti di aver speso almeno il 40% dell’importo finanziato, da erogare entro 45 giorni dalla richiesta del beneficiario;
    a saldo, a seguito dell’approvazione della rendicontazione totale dell’investimento, entro 90 giorni dalla richiesta del beneficiario.