Il Ministero dell’Istruzione, con la nota n.7144 del 25 marzo 2021, a firma del dirigente Francesca Busceti, dà il via libera all’assegnazione ed erogazione delle risorse finanziarie per l’acquisito di defibrillatori nelle scuole.

“Si tratta di una misura del Governo Conte II, voluta dall’allora ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, che ha destinato circa 10 milioni di euro per l’acquisto di questi strumenti fondamentali per consentire un pronto intervento in caso di arresto cardiaco improvviso tra il personale scolastico o gli alunni, in particolare durante l’attività sportiva. Ogni scuola ora ha dunque 1000 euro a disposizione per l’acquisto di un defibrillatore”. (Su Facebook la sottosegretaria all’istruzione e senatrice M5S Barbara Floridia).

Nella Nota ministeriale n. 7144 del 25/03/21 si legge:

Il defibrillatore semiautomatico è strumento fondamentale per consentire un pronto intervento qualora si verifichino casi di arresto cardiaco improvviso tra il personale scolastico o gli alunni, in particolare nelle situazioni di esercizio dell’attività sportiva. In particolare l’istituzione scolastica potrà, laddove non si fosse già provveduto, acquistare i defibrillatori o rinnovare le dotazioni strumentali già a disposizione. 

Nel caso in cui fosse già provvista di adeguate strumentazioni salvavita, le risorse in esame potranno essere destinate all’acquisto di beni o servizi finalizzati a garantire la salute del personale e degli alunni (ad esempio, per l’attivazione di corsi di formazione certificati all’utilizzo del defibrillatore).

I nostri uffici sono a disposizione per una consulenza gratuita mirata alla scelta del miglior prodotto presente sul mercato. Per informazioni: formazione.casini@gmail.com